Cosa si può fare quando si è malati? Quando se ti alzi troppo in fretta da letto ti viene da cadere? Beh....si può stare a letto a guardare le Olimpiadi (cosa che faccio per metà giornata),....oppure ci si può consolare con dei soffici panini caldi che ti scaldano la gola quando ne mandi giù un boccone ma ti scaldano anche il cuore, facendoti dimenticare almeno per poco i brutti ricordi..... E' quindi per queste ragioni che stamattina, dopo aver preso la tachipirina (uff...), ho cominciato a impastare il pane...anche perché non avevo proprio voglia di fare i compiti delle vacanze.
Perciò ecco la ricetta:
Panini al grano (dal mio libro del pane acquistato in montagna)
- 500 g farina
- una bustina di lievito secco di birra
- 1 cucchiaino di zucchero
- 270 g di acqua tiepida
- 40 g di olio evo
- 10 g di sale

Porre la farina a fontana, sciogliere il lievito nell'acqua con lo zucchero e metterlo nella cavità della farina a lievitare per 15 minuti. Successivamente spargere il sale sulla farina ai bordi, aggiungere l'olio e impastare il tutto per 10 minuti fino ad ottenere una massa liscia e morbida. Cospargere leggermente di farina l'impasto, incidere una croce nel mezzo, porlo in una ciotola e lasciarlo lievitare per mezz'ora o fino a quando non sia triplicato di volume. Porre l'impasto su un piano di lavoro e tagliarlo in piccole parti. Formare i panini come si preferisce. Volendo si possono spennellare i panini di uovo sbattuto e spargervi sopra semi di sesamo, papavero o girasole, oppure di erba cipollina origano o grana. Io ho aggiunto ad alcune ance delle olive. Porre i panini sulla teglia foderata con carta da forno, spruzzare un po' d'acqua sulla superficie e infornarli a 200 gradi per 20 minuti circa o fino a quando non saranno ben dorati. Dopo i primi cinque minuti aprire il forno per qualche minuto per far uscire il vapore.


This entry was posted on 8/20/2008 02:11:00 PM and is filed under . You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.